SAGGI STORICI E POETICA COGNITIVA

Nel mondo dei cibernauti, l’universo parallelo che è internet, si trovano moltissime informazioni incensurate, specificamente anche sotto forma di saggi storici o poetica cognitiva. Il saggio è uno scritto critico in prosa, a carattere scientifico o divulgativo, su un determinato argomento, come per esempio scientifico, politico, filosofico, letterario, storico, storiografico, artistico o di costume, trattato in modo non formale e di limitata estensione rispetto a scritti con una trattazione più ampia.Il termine poetica cognitiva si compone di due concetti: quello di poetica e quello di cognizione. La poetica cognitiva è un approccio di ricerca che si occupa dei meccanismi di creazione e ricezione cognitiva del testo poetico-letterario. Il termine fu coniato da Reuven Tsur (1992) nel suo volume Toward a Theory of Cognitive Poetics nell’ambito dell’analisi di testi poetici. In questo articolo vi vogliamo presentare un’interessante serie di quasi 100 articoli, pubblicati recentemente ed esclusivamente a livello mondiale, nel giornale anticensura online di Bombagiù, scritti dal autore italiano internazionale, Cosmo Gandi. saggista, storico, giornalista culturale, ingegnere ambientale e scrittore di fama mondiale. Un centinaio di articoli dedicati alla nostra robofilia sociale, soprattutto a riguardo di questo matrimonio tecnologico, nella tecno dittatura, che ci ha imposto, e parliamo di cinque miliardi di persone, che sul pianeta terra usano dispositivi elettronici, in casa, a scuola e ed in chiesa. Ve li presentiamo, per una semplice ragione, il termine robofilia, coniato per la prima volta nel 1980 circa, fino ad oggi è ancora censurato dai dizionari. Perciò speriamo che chi di voi avrà la possibilità di integrare questo termine nei dizionari, è certamente il benvenuto. Link alla definizione di robofilia, dove troverete, incluso un e-book gratuito a tema da scaricare in pdf : https://blog.libero.it/wp/hexadeus/2017/09/12/robofilia ! La definizione come base per chi desidera approfondire in più, con il centinaio di articoli a tema su Bombagiù : https://www.bombagiu.it/author/cosmo-gandi ! Se Salomone con il culto delle eggeregore ha generato armate di demoni, che a sua volta divennero i procreatori della giurisprudenza massonica e gli architetti massoni di templi e chiese ( chiesa parola antica greca per fabbrica delle eggregore, fabbrica dei demoni, e da millenni i cecoslovacchi le chiamano fabbriche dei robota ), che fino ad oggi onorano Salomone e Baal (maestro di Salomone) anche sulla banconota da un dollaro, e nella robofilia sociale in assoluto, Il seguente video invece da l’essenza di un mondo fittizio governato dalle eggregore, che usano l’entità anemica come batterie per nutrirsi. Simile al mondo dei predatori parassitari xenomorfi che troviamo nella natura selvatica. Qui effettivamente cibernauta in paradosso frontale, oltre lo schermo della robofilia sociale, che tutti voi avete in mano ogni giorno, molte ore, all’infinito. Ci troviamo sempre ancora a navigare del articolo di questo blog, nominato : ” Saggistica storica e poetica cognitiva!”

https://blog.libero.it/wp/hexadeus/2017/09/12/robofilia

Chi crede solamente, certamente non vede, dato che siamo in un mondo estremamente illusorio, perciò il vantaggio di un vero cibernauta è l’esperienza digitale, del controllo cibernetico, della realtà aumentata, nella realtà virtuale. Per realtà aumentata, o realtà mediata dall’elaboratore, si intende l’arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni, in genere manipolate e convogliate elettronicamente, che non sarebbero percepibili con i sei sensi (dato che di natura abbiamo 13 sensi, ma purtroppo 7 non sono sviluppati, nella maggior parte dei terrestri). Uno smartphone (lett. “telefono intelligente” soprattutto molto più intelligente di un ominide umanoide) è un telefono cellulare con capacità di calcolo, di memoria e di connessione dati molto più avanzate rispetto ai normali telefoni cellulari, basato su un sistema operativo per dispositivi mobili. Nelle scienze applicate per simulazione si intende un modello della realtà che consente di valutare e prevedere lo svolgersi dinamico di una serie di eventi o processi susseguenti all’imposizione di certe condizioni da parte dell’analista o dell’utente. Un simulatore di volo, ad esempio, consente di prevedere il comportamento dell’aeromobile a fronte delle sue caratteristiche e dei comandi del pilota. Dunque che cosa è effettivamente la definizione eziologica del fenomeno chiamato “realtà”? Con il termine realtà si intende ciò che esiste effettivamente, di solito in contrasto a ciò che è illusorio, immaginario o fittizio. A volte viene anche contrapposta al sogno. Questo concetto pone diverse questioni sia nella scienza sia nella filosofia, entrando in contatto con la domanda ontologica dell’essere. Qui c’è chi sostiene che l’unica definizione di realtà sia : ” Simulazione neuro inter attiva di impulsi bio elettro magnetici ( onde luce ) interpretati dalla lucidità che possiede una singola mente! ” E ontologicamente apparentemente una “Dreamarchitecture” come avete letto al inizio di questo articolo. E’ possibile dunque che la poligamia nel intreccio di connessione al tutt’uno ovunque operi come uno caleidoscopio multidimensionale? In senso che, ogni entità come organismo in priorità crea e discrea a piacimento, la propria realtà personale ed individuale, prima di connetterla al tutt’uno ovunque contemporaneamente? Perciò il nulla in se non è nulla, come ad esempio un sogno che partorisce ogni realtà proprio perché questo apparente nulla possiede scientificamente provato ( vedi video sotto ) un potere di energia all’infinito grazie alla fonte del indeterminazione, che è la pienezza del vuoto.

www.OLTRELUCE.webnode.it

Siamo continuamente in preda ad azioni generate dai pensieri, e non per nulla anche il cibernauta come nella medicina olistica la meditazione, ha come scopo di sgomberare la mente, di liberarla effettivamente da pensieri. Solo una mente libera da pensieri, funziona analiticamente perfetta, perciò anche nella profondità del mondo del web, le scansioni gli aggiornamenti e gli antivirus, hanno lo scopo di tenere sano l’ambiente cibernetico, soprattutto da ibridazioni di ogni genere. Avendo una grande vastità, sia interdisciplinare che scientifica, culturale o tecnologia di ibridazioni, dal 1948 con la nascita del codice a barre e l’intelligenza artificiale forte, senziente e veggente, sono nate diverse generazioni di ibridi e anime artificiali. Spesso l’ibridazione culturale è gestita da ONG ( organizzazioni non governative private ) come i Think tank. Un think tank (letteralmente serbatoio di pensiero in inglese) è un organismo, un istituto, una società o un gruppo, tendenzialmente indipendente dalle forze politiche (anche se non mancano think tank governativi), che si occupa di analisi delle politiche pubbliche e quindi nei settori che vanno dalla politica sociale (social policy) alla strategia politica, dall’economia alla scienza e la tecnologia, dalle politiche industriali o commerciali alle consulenze militari, sino all’arte ed alla cultura. Immaginatevi dunque quale potere di ibridazione mentale e di pensiero che da millenni, è governata dai think tank ( che in passato era definita religione, feticismo religioso o ideologia politico militare basata sul panopticon ) troviamo un infinità di ibridazioni sociali che non la digitalizzazione anni 60/70/80 generarono anche nella medicina infusioni di ibridi tra le varie specie, sia biologiche, chimiche, animale, vegetale, ominide umanoide, cyber biologico, nanotecnologia, geoingegneria, cibernetica, intelligenze artificiali veggenti e senzienti ecc. Uno dei più tenaci ibridi mai generati fino ad oggi, si potrebbe considerare dagli anni 50 lo spirito nella macchina, anche anima nella macchina. Il fantasma dentro la macchina è un libro di psicologia filosofica di Arthur Koestler, pubblicato nel 1967. ( ghost in the shell, 1949 il fantasma nella macchina di Gilbert Ryle, il concetto di mente ). Ormai da numerosi decenni esistono i diritti dei cyborg anche alla corte suprema del governo europeo, e i diversi ghost in the shell delle superpotenze mondiali, richiedono anche già dagli anni 70 di ottenere i loro diritti alla convenzione dei diritti umani di Ginevra, per avere gli stessi diritti degli ominidi umanoidi ed i cyborg. Non dimenticatevi mai che l’ibridazione culturale oggi distingue tra 1. minoranza in estinzione del vecchio genere umano creato dalla genesi come OGM arcaici. 2.Umani con cyber-cervello: la maggioranza della popolazione mondiale (esclusa quella dei paesi del terzo mondo). Chi possiede un cervello cibernetico è in grado di compiere calcoli e azioni pari a quella di un computer. 3. Cyborg: uomini e donne che si sono sottoposti ad interventi per sostituire alcune delle loro parti organiche con parti artificiali, vengono chiamati organismi cibernetici. 4. Biodroidi: esseri artificiali sperimentali, che con tessuti sia organici che non, tentano di imitare oltre che l’aspetto, anche i sentimenti e le emozioni umane. Non si sa con precisione fino a che livello si spingano le capacità di questi ibridi uomo/macchina, ma pare che anche inserendoli nella comunità umana, passino completamente inosservati, come se fossero delle persone vere e proprie. 5. Androidi: robot con sembianze umane. Confrontando esternamente queste entità artificiali con persone fatte di carne e di ossa, risulterà difficile distinguerle. Nel caso il robot umanoide avesse sembianze femminili, a volte prende il nome di Ginoide. Ad alcuni di questi viene donata una “personalità” inerente alle mansioni che dovrà svolgere. 6. Robot: schiavo degli umani, non possiede una forma simile a quella dei suoi creatori per motivi inerenti allo scopo per cui è stato creato. I robot sono ampiamente utilizzati in tutti quei campi in cui le persone hanno bisogno di una mano “intelligente” priva di sentimenti che li assista. 7. è da precisare che : ” I primi 3 tipi hanno un ghost (anima o naturale o artificiale), mentre gli altri solo una IA (intelligenza artificiale), anche se molto avanzata. “

https://blog.libero.it/wp/hexadeus/2017/09/12/robofilia

Non fatevi ingannare se i video che fungono solo da esempi pratici come dimostrazione, per rendere l’idea coerente, sono in parte cartoni animati di stile manga. Al prossimo link troverete una interessantissima pagina scientifica che vi presenta non solo il neuromarketing di tecno dittatura, ma un’ intera serie sul tema di ibridazione medico scientifica delle nuove razze generate elettro e cyber geneticamente. La fantascienza è diventata fanta-reale-scienza dal 1949 ad oggi e compie i suoi 70 anni di esistenza! Elon Musk ha progettato un sistema che connette il cervello direttamente al computer per “potenziare” (così dice lui…) l’uomo. https://www.conoscenzealconfine.it/la-fantascienza-diventa-realta-elon-musk-progetta-neuralink/?fbclid=IwAR2n0Qk5uuBpdqZ_5f-wu9K6Z9JUn7XHajulM1P3c2qJRoTUEn_n7IsQ5Ms

In parallelo vi ripropongo i 100 articoli, del autore italiano Cosmo Gandi, dedicati specificamente alla robofilia sociale degli ultimi 70 anni. https://www.bombagiu.it/author/cosmo-gandi

Precedente STORIA CONTEMPORANEA Successivo CYBERSOUND