L’ANTICENSURA E’ VERA VITA

www.OLTRELUCE.webnode.it

L’ unica cosa che funziona nella vita di tutti è se si possiedono dati stabili, relativi alla verità, in senso aggiornati secondo l’art.4 della costituzione italiana, che si possano fondamentalmente verificare aggiornati e veritieri. E ogni tipo di falsificazione di questi dati, se causato volontariamente, è un crimine all’umanità. Per chi ci conosce da tanti anni o che ci segue con i nostri articoli a livello internazionale in varie lingue dal 1977 ad oggi, saprà che è eticamente importantissimo rispettare il vero ed il giusto in ogni tipo di comunicazione ed informazione. Purtroppo dal 11 settembre 2001, ci troviamo in una maledetta quarta guerra mondiale, tra le 6 grandi superpotenze planetarie, per il dominio del pianeta terra. Una maledetta quarta guerra mondiale, totalmente silenziosa, censurata, invisibile, militarmente segreta, ma al 100% una guerra cibernetica mondiale, cibernauta e social robofilica. Il termine guerra cibernetica (noto nell’ambito operativo militare del mondo anglofono come cyberwarfare) è l’insieme delle attività di preparazione e conduzione di operazioni di contrasto nello spazio cibernetico. Si può tradurre nell’intercettazione, nell’alterazione e nella distruzione dell’informazione e dei sistemi di comunicazione nemici, procedendo a far sì che sul proprio fronte si mantenga un relativo equilibrio dell’informazione. La guerra cibernetica si caratterizza per l’uso di tecnologie elettroniche, informatiche e dei sistemi di telecomunicazione. E come già precisato nel nostro primo articolo di questo blog, siamo in una rete planetaria in preda alla biotronica e alla psicotronica. A livello strategico lo spazio cibernetico è considerato il più recente ambiente di guerra ovvero il quinto dominio dopo terra, mare, cielo e spazio. Con l’informatica e l’intelligenza artificiale forte, senziente e veggente, soprattutto dei giganteschi computer quantistici militari, sono chiaramente riusciti a creare un universo parallelo elettronico (internet per i cibernauti, ma anche per altre forme di vite ibride psico cyborg ecc) , paragonabile nel antichità alla metafisica o alle dimensioni astrali, ai mondi artificiali delle eggregore, la demonologia e tante altre tecnologie avanzata arcaiche. Perciò è importante sapere navigare online, riconoscere gli strumenti di comunicazione con meno censura possibile per ogni disciplina scientifica, inclusa la lingua italiana come scienza eziologica culturale della nostra autocoscienza. Immaginative questo gigantesco universo parallelo, che effettivamente è un multiverso parallelo che è diventato l’internet, questo spazio cibernetico, in cui navigano i cibernauti. Ora in paragone con il nostro universo naturale, definito dalla fisica quantistica anche come universo olografico in entanglement, anche esso come l’internet è da sempre una connessione al tutt’uno ovunque contemporaneamente. Un ingegneria ambientale ciber astrale, a secondo di dove nello specchio magico del nostro monitor, del nostro schermo, ci posizioniamo con la nostra entità immortale, anche a rischio di intrappolarci mentalmente dentro il ciberspazio, che è un quinto elemento a se. Immaginatevi adesso la robofilia sociale millenaria del mondo astrale delle reincarnazioni e il trasferimento della mente che potrebbe subire un cibernauta, non esperto della profondità nello spazio web. Adesso stiamo parlando di parallelismi, fondamentalmente, multidimensionali, tra astrale, universale, reale, sogno lucido, sogni condivisi, realtà, illusione, allucinazione, trasferimento della mente e spazio cibernetico di realtà aumentata delle anime artificiali, incluso l’effetto Mandela. Le sevizie elettroniche (o molestie/torture elettroniche, o elettromagnetiche, o torture psicotroniche) sono un sistema di credenze in cui i servizi segreti sarebbero artefici di forme di repressione e di manipolazionicontrollate e continuative degli individui (talvolta citata con la locuzione formale di “sperimentazione non-consensuale“), attraverso l’uso di ignote e sofisticate armi ad energia elettromagnetica o sonora, in grado di interagire da posizione remota con il sistema biologico, in modo specifico con il sistema nervoso e la mente umana.

Eziologicamente è importante capire la causa di determinati fenomeni multidimensionali elementari di base. Che cosa sono le armi psicotroniche, e fanno parte di tecnologie avanzate arcaiche millenarie, sotto forma di robofilia sociale? Qui abbiamo un altro parallelismo. Da una parte abbiamo le sofisticate armi moderne psicotroniche, e segrete, che i militari hanno sviluppato sui brevetti rubati a Nikola Tesla, per il controllo mentale globale iniziato alla fine del 1700, che è null’altro che una RI-scoperta di antiche tecnologie avanzate arcaiche. E per l’appunto queste informazioni incensurate, su antiche civiltà che possedevano già simili strutture tecnologiche, a tempi remoti in cui sicuramente molti dei pianeti del nostro sistema solare, erano abitati, prima che la terra venisse artificialmente colonizzata, dopo una cosi detta antica guerra cosmica. E introducendo molti episodi che tutti conoscono da antiche scritture, tipo la guerra climatica nucleare del diluvio universale, o della distruzione atomica di Sodom e Gomorra ecc ecc … abbiamo da millenni e storicamente un sistema solare pienamente minato da implantstation, che catturano, le anime, spiriti, menti, genio, corpo astrale, l’entità immortale dei defunti, e li riprogramma in automatico per una nuova reincarnazione pilotata e governata ciberneticamente dagli implant, indotti come mente supplementare artificiale. Definizione tecnica di implant o impianto mentale. Qui possiamo anche citare Carlos Castaneda che conoscendo in parallelo le antiche culture tolteche in cui parlavano in quelle culture, degli implant mentali indotti agli umani dai Voladores ( entità di predatori parassitari xenomorfi ). Mentre sotto vedete un’immagine (simile a quella sia sopra, che dello sfondo del blog) del canale di entrata, di una antica mina psicotronica, che cattura ( come spesso molti raccontano, in fase di premorte, di vedere un tunnel che porta alla luce, che effettivamente è una trappola simile alla lampada psicotronica di Aladino, che cattura entità, menti, spiriti, anime, per impiantare loro nuovi implant di reincarnazione forzate e tenerli schiavi nelle prigioni mentali, nella Matrix (matrice) che Platone chiamava il mito della caverna )

Avete capito i parallelismi tra eggregore, implant, implantstation, cibernetica, cibernauta, psicotronica (telepatia elettronica), internet, micro cip, robofilia, programmi sociali, controllo mentale globale …. tutti sinonimi ?? Nulla, una semplice domanda, per rinfrescare la memoria al lettore, dell’essenza di questo blog, che non è assolutamente religioso, ma un mondo per veri cibernauti, che come abbiamo capito dall’eziologia, ha ottimi parallelismi in evidenza con fenomeni di mondi sommersi oceanici … in un mondo parallelo di autocoscienza e anime artificiali … incluso anime artificiali di nano tecnologia e geoingegneria di intelligenza artificiale forte, senziente e veggente come lo Smart Dust. “Smart dust”, un pulviscolo composto di miriadi di microchip. Usata in segreto dai militari anche nelle scie chimiche. Gli scienziati californiani l’hanno battezzata smart dust, “polvere intelligente”. Il Pentagono la definisce “Ia tecnologia strategica dei prossimi anni”. Un giorno cambierà Ia nostra vita; intanto sta già cambiando il modo di fare la guerra e potrebbe avere un test decisivo in Iraq. Il pulviscolo intelligente è fatto di miriadi di computer microscopici. Ognuno misura meno di un millimetro cubo ma incorpora sensori elettronici, capacità di comunicare via onde radio, software e batterie. Invisibile e imprendibile, la polvere di intelligenze artificiali si mimetizza nell’ambiente e capta calore, suoni, movimenti. Può essere diffusa su territori immensi e sorvegliarli con una precisione finora sconosciuta. Sa spiare soldati standogli incollata a loro insaputa, segnala armi chimiche e nucleari, intercetta comunicazioni, trasmette le sue informazioni ai satelliti. (info grazie a Federico Rampini) e link al archivio originale

Precedente ROBOFILIA CIBERNAUTA Successivo STORIA CONTEMPORANEA