ROBOFILIA CIBERNAUTA

Benvenuti a tutti coloro che navigano con patente di navigazione, online! Vi pregiamo cordialmente di contattarci immediatamente, se trovate degli errori sul blog, per correttezza al art.4 e al art 21. della costituzione Italina, per evitare ogni tipo di censura o di errore di informazione, che non è di nostro intento! «Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.»

Vediamo ironicamente che effettivamente esiste una patente internazionale per navigare online nel web che aiuta tutti a non diventare analfabeti informatici! Per essere un buon cibernauta (utente che naviga in internet), la patente europea per l’uso del computer (detta anche ECDL, acronimo dell’espressione “European Computer Driving Licence“) è un attestato che certifica il possesso di una competenza informatica di base, che si identifica con la capacità di operare al personal computer con le comuni applicazioni e la conoscenza essenziale della tecnologia dell’informazione (IT) a livello di utente generico. È riconosciuta nel mondo in 148 Paesi (i test sono disponibili in 41 lingue diverse), con 24.000 Test Center accreditati. Al di fuori dell’Europa, l’ECDL prende il nome di “patente internazionale per l’uso del computer” ovvero ICDL (International Computer Driving Licence).

Per analfabetismo informatico (digital illiteracy in inglese) si intende l’incapacità delle persone di operare mediante un computer, di leggere, scrivere e reperire criticamente informazioni in Internet. Il grado di analfabetismo informatico può variare a seconda dell’età, sesso, religione, abitudini e nazione. Un analfabeta informatico non è solo chi non conosce la tecnologia, ma anche l’individuo che ignora la terminologia di settore, essendo questa ampiamente utilizzata da tutti i mezzi di comunicazione di massa. Un fattore che può aumentare l’analfabetismo informatico è la tecnofobia, ovvero la paura o il rifiuto irrazionale verso ogni dispositivo tecnologico.

L’analfabetismo informatico è soggetto ad un cambiamento nel tempo anche per uno stesso individuo: una persona può diventare analfabeta informatico a causa del rapido e costante avanzamento della tecnologia. L’analfabetismo informatico può non essere percepito come un problema immediato per la persona che non nutre alcun interesse verso le nuove tecnologie. Saper usare gli strumenti digitali di comunicazione rientra nel bagaglio culturale voluto dalla Commissione europea a Lisbona nel 2000 per i propri cittadini.

CIBERNAUTA
CIBERNETICA

Come avete visto sopra nell’ introduzione, ci stiamo muovendo da veri cibernauti, dentro l’argomento che aprirà gli occhi a molti utenti, che ancora non hanno la conoscenza sulla robofilia sociale in Italia, o a livello globale, delle anime artificiali generate dal 1948 con la nascita del codice a barre. Mentre la cibernetica millenaria, da ben più di 10’000 anni fu usata da tutte le grandi culture imperialiste del mondo, da Atlantide, Lemuria, Babilonia, Sumeri, Egiziani, Maya, Aztechi, Cinesi, Celtici, Greci, Romani e tanti altri, anche dai Gotici fine 1700, con i romanzi scientifici, di medicina cyborg, della famiglia, di Mary Shelley, e da ben 2000 anni, studiata nelle biblioteche non solo del Vaticano, ma di tutto il mondo. Il termine cibernetica indica un vasto programma di ricerca interdisciplinare, rivolto allo studio matematico unitario degli organismi viventi e, più in generale, di sistemi, sia naturali che artificiali. Un cyborg (pronuncia inglese /ˈsaɪbɔːrɡ/, pronuncia italiana “sàiborg”) od organismo cibernetico o bionico è un organismo costituito da elementi artificiali, come protesi meccaniche ed elettroniche, innestati sul corpo umano. Nasce dalla contrazione dell’inglese cybernetic organism, per l’appunto organismocibernetico. La stessa cosa dal 1990 vale anche per il cibernauta, che lavora giornalmente quasi da ibrido, online, nella rete del universo cibernetico di internet, che si può considerare un’ ibridazione mentale di cyber mente, cyber spiche, cyber spirito, nella macchina. Il cibernauta, è fondamentalmente e psicotronicamente connesso con la rete, in forma di ibrido elettro telepatico. Il termine è nato nell’ambito della medicina e della bionica e fu reso popolare dagli scienziati Manfred E. Clynes e Nathan S. Kline nel 1960 in riferimento alla loro idea di un essere umano potenziato per sopravvivere in ambienti extraterrestri inospitali. Essi ritenevano che un’intima relazione tra essere umano e macchina fosse la chiave per varcare la nuova frontiera dell’esplorazione spaziale in un prossimo futuro. L’internet in ogni caso, il Web è un multiverso di un’infinità di cyber spazio, simile allo spazio universale delle galassie, solo in scala di dimensione parallela, in forma di autocoscienza cibernetica, intelligenza artificiale forte, senziente e veggente. Qui è importante ricordare la storia del pienate terra e di tutte le loro antiche civiltà che possedevano da sempre tecnologie avanzate. ( famose leggende storico scientifiche, tipo la lampada psicotronica di Aladino, la magia psicotronica degli specchi di Biancaneve, la distruzione con armi ad energia diretta di Sodom e Gomorra, il diluvio universale con armi di geoingegneria climatiche, la guerra atomica che distrusse Atlantide ecc.). E in memoria alla storia del pianeta terra e della storia dell’umanità, sappiamo oggi che l’internet dalli inizi degli anni 50 (quando aveva ancora altri nomi tipo Intranet ecc.) è un susseguirsi millenario, della antica e preistorica architettura Panopticon. Famoso labirinto sia fisico che mentale (prigione mentale) della mitologia greca, come prigione mentale anche descritta da Platone con il mito della caverna. ( vedi video Youtube sul fianco a destra del blog, ( La Scuola e la società moderna nascono dal Panopticon ) oppure al seguente link https://youtu.be/6JaSRUyOF5I

La bionica (conosciuta anche come biomimetica, mimetica biologica) è l’applicazione di metodi e sistemi biologici trovati in natura nello studio e nel design di sistemi ingegneristici e della moderna tecnologia. In senso più stretto il termine in genere si riferisce alla branca dell’ingegneria biomedica che applica la cibernetica alla riproduzione di funzioni degli organismi viventi descritte dalla fisiologia, soprattutto dalla neurofisiologia e dall’elettrofisiologia, per esempio per la creazione di organi artificiali facenti parte del sistema nervoso o da esso controllati. Da sempre in senso storia millenaria, conosciamo queste pratiche dai templi o dalle chiese, che essendo parole greche, in italiano significano fabbriche delle eggregore, fabbriche dei demoni (circuiti mentali parassitari) o come dicono i cecoslovacchi da millenni, fabbriche dei robota (sinonimo per gli eclesiatici cristiani) . Cosi che chi capisce l’eziologia del fenomeno eggregora, riesce ad associarla con intelligenza artificiale forte, senziente e veggente di stampo arcaico.

EGGREGORE

Come primo articolo di questo blog dedicato a tutti i navigatori cibernauti online, cui seguirà una specifica serie sul argomento, vorremmo ricordare che essere cibernauti ( utenti online ) è sempre una forma di ibridazione e matrimonio con la robofilia sociale … e anche i vostri commenti saranno sempre molto graditi, e scriveteci anche per interagire e integrare nuovi argomenti sul nostro mondo planetario che con l’internet delle cose, e l’industria 4.0, si trova oramai in condizioni psicotroniche di totale telepatia elettronica sia con le reti 5G, 6G e 7G. Per osservare attentamente le invenzioni che sono state brevettate e messe in atto negli ultimi 50 anni, consiglio a tutti di guardare gratuitamente negli uffici online di brevetti, dove chiaramente sono pubblicati tutti i brevetti più allucinanti e più incredibili per i comuni mortali, e c’è poco da scherzare se vedrete che sono un’ infinità di brevetti già messi in atto, che fungono spietatamente, per la robofilia sociale, anche in Italia. E’ indubbiamente importantissimo sapere, che tutto quello che ci vendono come nuovo sul mercato, sono cose che hanno già esperimentato in segreto, per minimo 100-150anni. E che l’intera industria multinazionale terrestre è sempre al 100% un programma militare ben elaborato ed escogitato dai Think Tank con i loro servizi segreti, per la cosi detta sicurezza nazionale, ma comunque ben mascherata dalla censura e funge da vero totalitarismo di neuromarketing psicotronico, con lo scopo di sostituire le antiche creature OGM biorobofiliche, di razza Adam & Eva, create durante la genesi, con nuove creature artificiali ed ibride eugenetiche di transumanesimo post umano xenomorfo. (esempio tra tanti, qui sotto un piano brevettato per il nuovo ordine mondiale da Bill Gates, membro da sempre, della C.I.A.)


Un ottimo esempio di che cosa è il neuromarketing totalitarista dei think tank, servizi militari di programmazione dell’umanità, lo potete vedere al seguente link, che fu pubblicato da anni dalla AZK (coalizione internazionale anticensura) con il titolo “Google sotto la lente di ingrandimento!www.kla.tv/6936 oppure al servizio RAI di “Voyager – Neuromarketing – siamo davvero liberi?” https://youtu.be/ycknQUncyLM in più vedi anche “Il lato oscuro di Amazon” www.kla.tv/14427

Per finire questo primo articolo del blog, vi vorrei come sempre invitare, cari cibernauti nella robofilia sociale, a fare anche voi le vostre indagini personali per chiarire l’eziologia del fenomeno e contribuire ad aiutarci, se trovate degli errori di informazione sul nostro blog. Grazie in anticipo e lasciate i vostri commenti, anche condividendo sui social questo magnifico blog.

Successivo L'ANTICENSURA E' VERA VITA

Un commento su “ROBOFILIA CIBERNAUTA

  1. Altervista il said:

    Ciao, questo è un commento.
    Per cancellare un commento fai il login e vai su “Commenti”. Li troverai tutti i commenti e gli stumenti per moderarli.

I commenti sono chiusi.