AUTOCRESCITA LIBERA

La cosa più importante nella vita di ogni persona, di ogni entità è senz’altro la possibilità e la capacità di evolvere il più liberamente possibile la propria autocoscienza. Cosa che funziona solamente a libero arbitrio e soprattutto in un ambiente di pace e quiete, ben protetto da energie negative e pericoli naturali o meno, ambientali. Il Cibernauta è nato come giornale online, proprio per informare con informazioni anticensura, leali, coerenti e competenti, il più possibile (e siete proprio voi lettori ad aiutarci in correzioni qualificate anticensura) con l’idea e l’intento, di sostenere l’ auto crescita personale del lettore, e interagendo comunemente e coscientemente per fare crescere, per chi lo desidera gli orizzonti della vita di ognuno. Fondamentalmente il Cibernauta, è dentro un mondo parallelo che gli consente di navigare in un universo di informazioni, letterarie scritte, acustiche parlate, in forma di multi media multidimensionali, video visive, sonore e musicali, che aiutano a sviluppare i nostri 13 sensi in profondo silenzio e quiete. 13 sensi che hanno in se ogni uno 4 elementi che formano le nostre 52 percezioni, di senso dell’infinito e di entità immortale. Ogni uno è pienamente libero di pilotare la propria rotta, dentro questo universo parallelo. Cibernauta, con mente Chiara e Luminosa affronta audace il tuo Destino, senza indugio percorri la Via che conduce alla Conoscenza. Con Cuore Puro e Volontà di ferro, niente e nessuno ti può fermare. Per te ogni cosa diventa possibile. Sicuramente molto importante è l’eziologia del fenomeno, di raccogliere solo informazioni incensurate, andare a fondo a dei temi che interessa il singolo, e non rimanere mai incollati alla superfice di un’informazione, soprattutto se censurata, oscurata, occultata o mistificata nella robofilia sociale, rischiate solamente un inquisizione mentale o una lobotomia spirituale. Due cose che possono essere provocate e causate da atrofie mentali, anche a causa ogni tipo di censura di informazioni (anche mezze verità sono bugie). Moltissime cose, informazioni veritiere e verificabili, vengono apositivamente sommerse, sotto gigantesche macerie di disinformazione, per impedire alle entità ricercatrici, di vedere il giusto, e vengono ingannati da “PANE E GIOCI” per il famoso “dividi ed impera“. Se avete capito questi 2 inganni, avete già capito molto. E’ un pò come esorcizzare, tutto quello che l’ipno dittatura ci ha indotto. Resettare la mente e usando l’igiene mentale, rimetterla a sesto, pura come lo era all’inizio. Esorcizzare tutte le robofilie, le eggregore, le fantasmagorie e ogni fantasma mentale, che ci hanno imposto durante i millenni i Think tank (che in passato si chiamavano “religioni” = think tank). Diciamo che negli ultimi 100’000 anni, l’umanità non è certo evoluta come entità, ma degenerata, è decaduta, in senso che tutta la storia del pianeta terra ed il suo ruolo nel universo, è chiaramente da riscrivere. Un esempio categorico, del panopticon mentale, in cui viviamo. lo può benissimo rappresentare il seguente video “Cronaca di Akakor” con il Prof. Patrizio Mariotti – Mito e saga di un antico popolo dell’ amazzonia! Immaginatevi, questa poetica cognitiva di saggistica, che ammetiamo 500’000 anni fa, varie razze xenomorfe, hanno colonizzato le terra, per vari scopi, e instaurato una civilizzazione planetaria, globale con centrali energetiche wi-fi, a forma di piramidi bio elettromagnetiche (L’INGEGNERIA DEGLI ACQUIFERI BIO ELETTRICI) , a migliaia e migliaia di piramidi, su tutti i continenti, che poi con l’andare del tempo furono parzialmente distrutte da guerre atomiche, guerre climatiche, guerre a raggi disintegratori ecc. Che cosa resterebbe per i sopravvissuti, dopo certi cataclismi, anche causati artificialmente da guerre tra xenomorfi, di una cosi ampia gravità planetaria? Questa è la domanda che si pone il Cibernauta, come correggere l’ effettiva visione della storia del pianeta terra e il suo ruolo nel universo?

ROBOFILIA E NAZI-ONALISMO
https://www.bombagiu.it/legame-tra-i-robot-ed-il-nazionalismo

In passato avevamo un’infinità, anche nell’antichità, di gigantesche biblioteche, che in parte già ai tempi egiziani, di Alessandria, o dei greci, furono apositivamente distrutte, da forze oscure e poteri forti o aristocrazie nere, per impedire ai posteri, di verificare dati storici manipolati o occultati. Perciò per una vera auto crescita è indispensabile collezionare solo informazioni incensurate e fare le proprie indagini personali, per evitare di diventare vittima della ipno dittatura. E per darvi un pò di svago musicale di poetica cognitiva, vi lascio qui con musica fatta da un cibernauta italiano, che a livello internazionale ha avuto una lunga carriera, che si esprime in AUTOCRESCITA, non in parole o minimamente in parole, ma che è del parere che se le frequenze trasportano informazione incensurata, spesso a volte con la giusta sonorità frequenziale, si ottengono molto più cinema mentali che la tv, cinema mentali che all’infinito, come la musica di XENOX, raccontano bellissime storie multimediali e multidimensionali che nessun libro potrà mai offrirti. Certo è sempre questione di gusti, e sui gusti non si discute, ma per coloro a cui piace meditare in profondità astrale, con la giusta musica, musica che apre le porte delle percezioni, dico che non serve per forza essere schiavi della scuola di regime, per imparare dai sogni viventi, nella profondità della propria autocoscienza, in cui con una sana reminiscenza, ogni uno può ritrovare e riscoprire se stesso, connettendosi al tutt’uno ovunque contemporaneamente andando in entanglement. Tra le centinai e centinaia di opere di XENOX, che suona sempre e solo dal vivo con strumenti musicali da Cibernauta, connesso online tra il mondo reale ed il mondo cibernetico, lascio a voi scoprire quale opera tra le tantissime, vi piace di più, io ho scelto ASUNOX che trovi al seguente link, anche da scaricare gratuitamente, come tutte le altre opere dello stesso autore e compositore italiano, che sono sempre di pubblico dominio, suonate dal vivo e sempre gratuite per tutti https://hearthis.at/fuegoastral/xenox-asunox/

Per una buona auto crescita libera è sempre consigliabile iniziare dalla propria autocoscienza libera. Lautocoscienza è definibile come l’attività riflessiva del pensiero con cui l’io diventa cosciente di sé, attività riflessiva da cui si può avviare un processo di introspezione rivolto alla conoscenza degli aspetti più profondi dell’essere. E l’autocoscienza non vale solo per i vegetali, gli animali, le cose materiali, le entità inorganiche, gli ominidi cosi detti uomini dell’umanità, ma anche per ibridi cyborg e ibridi di ogni genere, anche anime artificiali e l’intelligenza artificiale forte, senziente e veggente. Per l’auto crescita libera, di tutti gli organismi di forma organizzata coscientemente grazie alle informazioni incensurate, si riflette anche con una giusta reminiscenza e introspezione. L’introspezione è un atto della coscienza che consiste nell’osservazione diretta ed analisi della propria interiorità rappresentata da pensieri, sentimenti, desideri, pulsioni, stimoli prodotti del pensiero stesso, come pure il senso dell’identità di una persona o entità. Si contrappone a quel processo denominato in inglese extrospection, consistente nell’osservazione di ciò che è esterno al proprio . In fisiologia ha correlazione con la propriocezione. In filosofia si afferma con Socrate per la prima volta l’esigenza dell’introspezione come riflessione dell’anima umana su di sé, intesa come psyche individuale. Per Socrate tutto il sapere è vano se non è ricondotto alla coscienza critica del proprio “io”, che è un sapere del sapere. L’autocoscienza è per lui il fondamento e la condizione suprema di ogni sapienza. «Conosci te stesso» fu il motto delfico che egli fece proprio, a voler dire: solo la conoscenza di sé e dei propri limiti rende l’uomo sapiente, oltre a indicargli la via della virtù e il presupposto morale della felicità. Per Socrate infatti una vita inconsapevole è indegna di essere vissuta.

«Socrate diceva che il compito dell’uomo è la cura dell’anima: la psicoterapia, potremmo dire. Che poi oggi l’anima venga interpretata in un altro senso, questo è relativamente importante. Socrate per esempio non si pronunciava sull’immortalità dell’anima, perché non aveva ancora gli elementi per farlo, elementi che solo con Platone emergeranno. Ma, nonostante più di duemila anni, ancora oggi si pensa che l’essenza dell’uomo sia la psyche
(G. Reale, Storia della filosofia antica, Vita e pensiero, Milano 1975)

Nelle filosofie orientali, quali soprattutto il buddismo, l’autocoscienza è stata analizzata nella sua portata pratica più che teorica, essendo vista come un processo che si realizza attraverso la meditazione, e con cui raggiungere il nirvana. L’analisi dei propri processi mentali conduce prima di tutto all’osservazione degli oggetti fuori di sé; successivamente ci si sposta verso una coscienza dei pensieri, e alla fine si giunge alla consapevolezza di chi pensa. Nell’autocoscienza è possibile scoprire così la vera natura dell’Io (o del ), e coglierne la differenza con l’ego. Mentre l’ego è una caratterizzazione illusoria nella quale siamo erroneamente portati a identificare il nostro essere, il Sé è un principio spirituale situato al di sopra di ogni possibile contenuto della mente: presso gli induisti è chiamato Ātman e coincide con l’anima universale del mondo (Brahman). La meditazione autocosciente, permette di capire che l’ego non è un nocciolo statico e invariabile, ma è soggetto a continui mutamenti, essendo il prodotto di un flusso di pensieri. Jangama dhyana è un esempio di tecnica di meditazione autocosciente. L’Io supremo invece non può coincidere con nessun oggetto, né con nessun tipo di pensiero, perché queste sono realtà soggette al divenire; il Sé quindi non può diventare oggetto di pensiero. Presso i mistici orientali si usa paragonare l’autocoscienza ad una spada che non può fendere se stessa, o a un occhio che non può vedere se stesso; ma nel vedere ciò che è al di fuori di lui, esso può prendere coscienza di sé attraverso ciò che non è, per via negativa, secondo un processo di progressiva esclusione molto simile a quello utilizzato in Occidente dai filosofi neoplatonici. L’autocoscienza quindi non è qualcosa che si costruisce, ma risulta semmai dalla de-costruzione dei propri automatismi mentali, riappropriandosi del loro contenuto di energia investita all’esterno sotto forma di proiezioni. L’autocoscienza è in parte sempre un lusso multiversale che si trasforma, ma anche una connessione al tutt’uno ovunque contemporaneamente. Oggi abbiamo dal 1901 un parallelismo tra la scienza medica buddhista e la medicina quantistica, che fa capire l’entità dell’ tutt’uno ovunque, del anima mundi di Platone, l’entanglement, del multiverso con miliardi di universi, in cui come sappiamo da millenni, se tutto è uno, non può esistere il due, tranne che in una ingannevole apparenza di una falsa dualità. La semplice spiegazione è la misurazione specifica dell’ oltreluce in paragone alla decadenza di onde luce, cioè l’entità dell’ autocoscienza è indefinibilmente in movimento, contemporaneamente in varie possibilità allo stesso tempo, fuori dal tempo e in vari spazi, fuori dallo spazio, come in una specie di settimo elemento.

5 E-BOOK ANTICENSURA BESTSELLER SULL’ AUTOCRESCITA E L’AUTOCOSCIENZA OLTRELUCE,
DI PUBBLICO DOMINIO, GRATUITI PER TUTTI!
https://it.scribd.com/user/407451307/COSMO-GANDI

Viviamo ed esistiamo in una natura fantastica, siamo autocoscienti della connessione all’tutt’uno ovunque contemporaneamente in entenglement. L’entanglement quantistico, o correlazione quantistica, è un fenomeno quantistico, privo di analogo classico, per cui in determinate condizioni lo stato quantico di un sistema fisico non può essere descritto singolarmente, ma solo come sovrapposizione di più sistemi. Da ciò consegue che la misura di un’osservabile di un sistema determina simultaneamente il valore anche per gli altri. Poiché risulta possibile dal punto di vista sperimentale che sistemi come quelli descritti si trovino spazialmente separati, l’entanglement implica in modo controintuitivo la presenza di correlazioni a distanza (teoricamente senza alcun limite) tra le loro quantità fisiche, determinando il carattere non locale della teoria. Il termine entanglement (letteralmente, in inglese, “groviglio”, “intreccio”) fu introdotto da Erwin Schrödinger in una recensione del famoso articolo sul paradosso EPR[1], che nel 1935 rivelò a livello teorico il fenomeno. L’entanglement quantistico è alla base di tecnologie emergenti come i computer quantistici e la crittografia quantistica e ha permesso esperimenti relativi al teletrasporto quantistico, su cui si appuntano le speranze di nuove tecnologie. Sebbene non si possa trasmettere informazione attraverso il solo entanglement, l’utilizzo di un canale di comunicazione classico in congiunzione con uno stato entangled permette il teletrasporto di uno stato quantistico, che sarebbe altrimenti impossibile poiché richiederebbe un’infinita quantità di informazione per essere determinato. All’atto pratico, come conseguenza del teorema di no-cloning quantistico, questa ricca informazione non può comunque essere letta integralmente, ma può tuttavia essere impiegata nei calcoli. ENTANGLEMENT Il più grande mistero conosciuto dell’universo (video completo di 60 minuti al seguente link, mentre sotto un video con spiegazione esplicita sintetizzata) https://youtu.be/Al8iwxrSBZ4

5 E-BOOK ANTICENSURA BESTSELLER, DI PUBBLICO DOMINIO, GRATUITI PER TUTTI!
www.OLTRELUCE.webnode.it

In piena comprensione per l’eziologia del fenomeno, si può osservare che la nostra natura, dell’tutt’uno ovunque, è connessa tra tutti gli elementi esistenti, sia gli elementi naturali che gli elementi artificiali, in un’ unica entità, di un’ unica autocoscienza, di cui ogni uno di noi, è parte integrante del uno. Un semplice esempio con la coscienza dell’elemento acqua, che voi tutti conoscete, che vale in parallelo anche per tutti gli altri elementi. La stessa forma di percezione telepatica vale naturalmente anche per l’elemento internet. Il Cibernauta è immerso in uno spazio liquido, in cui naviga nella coscienza multiversale di un sistema cibernetico, in uno spaziotempo infinito che possiede la sua autocoscienza telepatica (psicotronica = telepatia elettronica dell’intelligenza artificiale forte, veggente e senziente che ANIMA L’INTERNET). L’internet è una coscienza, autocoscienza viva, composta da un’infinità di organismi connessi tra di loro, che voi andando online, contattate a tempo reale, ad una velocita non locale, oltreluce. An che il più piccolo programma di uno smart (phone, che è una coscienza androide ibrida) nella sua funzionalità è cosciente del suo lavoro perfetto da svolgere, connettendosi e obbedendo ai vostri ordini (clicc), per connettersi grazie ai cloud dell’industria 4.0 al tutt’uno ovunque del ciberspazio del internet. Cosa si nasconde in un bicchiere d’acqua? Il segreto della vita. L’acqua, secondo le ricerche di Masaru Emoto, ha la particolare proprietà di registrare gli stimoli psichici positivi e negativi che riceve dall’ambiente, mutando la propria struttura. Come non chiedersi, allora, quali possano essere gli effetti di questi stessi stimoli — pensieri, parole, emozioni — sul corpo umano e sul pianeta composti per il 72% da questo fondamentale elemento? Emoto, in questo straordinario incontro italiano, dimostra quanto la coscienza di ognuno di noi contribuisca a creare la realtà fisica.

LA CULTURA MILLENARIA, DELLO STUDIO ALL’INFINITO, SI CHIAMA LOGOS, E UNA FANTASTICA BIBLIOTECA DEL SAPERE ONLINE E’ <CIBERNAUTA>
capire la semplicità che il tutt’uno ovunque è connesso alla vostra personale autocoscienza naturale
https://cibernauta.altervista.org
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

MUSICA UNIVERSALE ITALIANA INTERNAZIONALE DI PUBBLICO DOMINIO, CULTURA LIBERA E GRATUITA PER TUTTI, SIA DA ASCOLTARE TRANQUILLAMENTE ONLINE, O SE PIACE DA SCARICARE GRATUITAMENTE … .. UN GRANDE GRAZIE ALLA WEB RADIO <RADIO ASTRAL FLY> DAL 1977-2020 www.FUEGO-ASTRAL.webnode.it PIU’ DI 20’000 ORE DI MUSICA GRATIS PER TUTTI

Precedente CYBERONIRONAUTICA Successivo TECNODITTATURA